Emo chi legge

Leggere ad alta voce per parlare meglio: ecco il sistema più rapido che esiste per fare un passo avanti nella comunicazione. Basta farlo nel modo giusto, anche solo pochi minuti al giorno.

“Il Primo segreto del public speaking” è il corso serale e on line che in due incontri (mercoledì 16 e 23 febbraio, dalle 20,30 alle 22) ci dà gli strumenti per diventare più bravi a dire, improvvisare, spiegare, raccontare.

Il vero segreto sono le poche cose che impariamo a fare mentre leggiamo ad alta voce. Piccole accortezze che faranno la differenza: le metteremo in pratica leggendo finché diventeranno automatiche anche nel parlato.

Risultato: voce più chiara, calda, espressiva, assertiva… Ma soprattutto: addio al grigiume e al piattume che spesso ci caratterizza (da qui il titolo “Emo chi legge”) per lasciar spazio al meglio di noi.

Come si lavora. 1) La lettura ad alta voce ci permette di “liberare” il cervello dalla necessità di trovare le parole. Ci concentriamo su suoni, toni e logiche della nostra voce per capire i punti forti e deboli, i valori e gli errori.

2) Impariamo a diventare consapevoli e quindi capaci di far suonare la nostra voce come merita. Senza difficoltà né forzature!

3) Applichiamo le stesse logiche nei dialoghi di ogni giorno. La differenza sarà subito evidente. Chi ci ascolta lo farà in modo diverso: con più attenzione, cura, stima e fiducia.

Questo il pdf con altre specifiche e l’iscrizione. Da leggere… ad alta voce, così cominciamo subito 😉 http://www.matteorinaldi.com/wp-content/uploads/2022/01/PrimoSegretoPS.pdf

Altrimenti ci arrabbiamo

Sono finalmente riuscito a portare in azienda il corso “Altrimenti ci arrabbiamo”. Ci ho messo più tempo del previsto perché, a detta degli esperti di marketing, il titolo avrebbe dovuto essere più aulico.

“Matteo, andrebbe molto più forte qualcosa tipo: La soft skill dell’armonia comunicativa”.

Ma vi pare che io abbia la faccia per un titolo del genere? Non mi sono arrabbiato solo perché ho delle soft skill che neanche immaginate.

Propongo “Altrimenti ci arrabbiamo” anche in versione on line, aperta a tutti: bastano due incontri di un’ora e mezza ciascuno a una settimana di distanza uno dall’altro. Per imparare, divertendoci, a non prendersela troppo, a evitare di soffrire, a risolvere prima e meglio la maggior parte delle tensioni esistenziali. Sul lavoro, a casa e, non ultimo, tra noi e noi.

È facile? Certo che no. Riesce sempre? Certo che no. Ma riesce. E le cose vanno meglio. Con pazienza e costanza, ma vanno meglio. Prometto.

Questo il link per approfondire e iscriversi all’edizione di febbraio.

Matteo Rinaldi

Marzo col Discorso del re: per una voce che fa primavera

A marzo nuova edizione del “Discorso del re, corso di dizione on line in quattro incontri serali di gruppo (più uno personale) da un’ora e mezzo ciascuno.

Un corso di dizione è il perfetto punto di partenza per fare un salto di qualità con la voce e renderla più bella, chiara e soprattutto fedele a chi siamo davvero. Tre le ragioni principali:

1) Si studia molto. Studiare è faticoso. Ma impegno, ripetitività e costanza sono il miglior allenamento per la voce. Con il vantaggio che non servono spazi, palestre, strutture. Ci si allena benissimo ovunque, anche al volante dell’auto.

2) Ci si diverte. Il lavoro in gruppo, on line o dal vivo, è un’esperienza piacevole. Ascoltare gli altri, confrontarsi con loro, scoprire differenze e affinità ci insegna moltissimo. Sentire altre voci, parole, idee, sfumature, valori ed errori è il vero segreto per migliorare velocemente.

3) Non solo dizione. Lavorare sulla dizione provoca effetti collaterali: impariamo a gestire i toni della voce, i volumi, il “cantato” con cui inconsciamente parliamo; sciogliamo le rigidità e riconosciamo gli errori inconsci e automatici. E miglioriamo ovunque: dalla capacità di improvvisare alla nella lettura ad alta voce (mai provato con i figli piccoli?), dai video agli audio su whatsapp…

Scaricate il pdf con il programma completo, date e costi.

Matteo Rinaldi 

RadioAzienda per conquistare il pubblico

Ai primi di dicembre porto in scena il corso “Radio Azienda” alla Seit Elettronica di Valdobbiadene: come diventare più bravi a parlare, spiegare, vendere.

Ognuno comunica con il suo stile: ma quando dobbiamo presentare la nostra azienda, i nostri vantaggi e i nostri servizi è giusto contare su un “linguaggio comune”, parole condivise e, non ultimo, una vera voce e la miglior espressività.

Il corso, o meglio lo stage, RadioAzienda nasce proprio per questo: allena le persone a raccontare l’azienda e i suoi servizi in modo più vivo, chiaro, e coinvolgente.

Come si lavora. Costruiamo una trasmissione radiofonica con l’obiettivo di raccontare l’azienda, i suoi servizi, i suoi punti forti e le prospettive. Partiamo dalla scaletta generale per arrivare ai testi. I partecipanti si dividono il lavoro: chi darà voce alla presentazione, chi ai vantaggi, chi ai prodotti… Spieghiamo proposte e servizi e scopriamo – succede spesso – valori e vantaggi a cui non avevamo mai dato peso.

Non solo parole! Le persone si allenano anche a usare meglio la voce e l’espressività: la registrazione aiuta a dare più colore ed energia alle nostre parole. E senza quasi rendercene conto, diventiamo più bravi nel lavoro di tutti i giorni, di persona e al telefono.

C’è di più: RadioAzienda aiuta anche a fare gruppo, a migliorare i rapporti di lavoro e lo spirito di squadra. Provare per credere.

Matteo Rinaldi