Il mare d'inferno, confessioni di un velista eretico, Matteo Rinaldi. Digital Index editore

Viaggi e miraggi di un navigatore senz’arte né parte: è on line “Il mare d’inferno, confessioni di un velista eretico”. Navigazioni, tempeste, miti e riti di una passione da cui è doveroso star lontani.

Il Mare d’inferno è on line da un anno. L’editore Digital Index lo ha pubblicato rendendolo impeccabile per qualsiasi formato on line: che abbiate un Kindle, un iPod, un tablet o anche uno smartphone, promette il massimo piacere di lettura per tutti.

Il libro è lungo, per accontentare anche gli amanti delle trecento pagine; ma è comunque diviso in capitoli agili, brevi e indipendenti per raccontare il mondo della vela come non l’ha mai raccontato nessuno: vi descrive soprattutto le assurdità, le incomprensioni, gli errori e orrori di questa insana ma inarrestabile passione.

Si parte dall’iniziazione, quando tra nodi complicatissimi e parole oscure si comincia a cercare un impossibile equilibrio nell’acqua. E c’è poi la trasformazione da umani a sub-umani, quando si cominciano ad affrontare le navigazioni, le complicatissime organizzazioni, i charter, le prime regate, le fiere. Tutto da ridere, giuro. Per non piangere.

Ma ci sono anche i viaggi più belli e avventurosi, le visioni indimenticabili, le barche e i personaggi che fanno di questo sport uno degli sport più amati nel mondo civile e, non a caso, quasi ignorato in Italia.

Se non siete mai saliti in una barca vi divertirete. E se già lo avete fatto, e siete ormai drogati cronici come quasi tutti i velisti, vi divertirete uguale. Sempre che non abbiate perso anche l’autoironia, oltre che la dignità.

Ultima cosa: perché on line? Che discorsi: per un libro nato sull’acqua, sballottato a destra e sinistra, non potevo che pubblicarlo nel modo meno solido che esista.

Lo trovate qua:

http://www.digitalindex.it/il-mare-d-inferno

e questa è la sua pagina Facebook per vedere, capire, commentare:

https://www.facebook.com/ilmaredinferno

Matteo Rinaldi

Leave a Reply

*